© 2017 by Pro Silva Italia - associazione culturale senza fini di lucro

codice fiscale 96045110226
Sede legale: Via Cernidor 42 - 38123 Trento
Sede operativa: Via dei Filosofi 41/A - 06126 Perugia
Telefono: 075 5733240 - Fax: 075.5737567
Posta elettronica: prosilvaitalia@gmail.com

Resoconti delle escursioni effettuate

E' possibile visualizzare e scaricare i resoconti delle escursioni effettuate da Pro Silva Italia, in formato pdf:

Presentazioni al convegno del 23/9 e resoconto delle escursioni del 24 e del 25/9, dal Sito del progetto LIFE MIXFORCHANGE

  • Selvicoltura  gestione faunistica degli ungulati

 

In collaborazione con:

  • AUSF Torino

  • Consorzio Forestale Alta Valle Susa

  • Comprensorio Alpino Alta Valle Susa

  • Gestione multifunzionale dei boschi nelle fasce fluviali e torrentizie.

  • Governo misto.

In collaborazione con:

  • Federazione Interregionale Dottori Agronomi e Forestali del Piemonte e Valle d’Aosta

  • Consorzio Forestale Alta Valle di Susa

  • IPLA

  • Selvicoltura nei cedui di castagno

In collaborazione con il CREA Centro di Ricerca Foreste e Legno

  • Ripristino pascoli

  • Manutenzione strade forestali

  • Impiego di gru a cavo per l’esbosco

In collaborazione con Associazione Selvicoltori del Trentino e Associazione Stella Verde

  • Gestione di peccete del piano montano e alto montano soggette a schianti.

  • Stabilità dei margini e insediamento della rinnovazione naturale, interventi di contenimento del bostrico.

  • Modalità di esecuzione dei diradamenti.

  • Modalità di intervento nei popolamenti adulti.

  • Pianificazione e selvicoltura.

In collaborazione con la Magnifica Comunità di Fiemme e con il Servizio Foreste della PAT

  • Valutazione dello stato di conservazione degli Habitat forestali in relazione agli interventi selvicolturali

 

in collaborazione con SISEF e SISV

  • Gestione dei rimboschimenti di conifere.

  • Gestione dei rimboschimenti dopo ingenti danni da neve.

  • Gestione boschi ripariali in habitat di interesse comunitario.

  • Gestione boschi e boscaglie in aree golenali.

  • Gestione delle pinete di pino nero e pino silvestre colpite da massicci attacchi di processionaria.

  • Gestione delle fustaie transitorie di faggio.

  • Formazioni di faggeta a dentarie sottoposte a tagli colturali. Criteri di selezione delle piante da favorire e da togliere.

  • Problemi assestamentali nella gestione del passaggio da ceduo a fustaia.

  • Gestione di faggete di scarsa fertilità.

  • Gestione forestale in Regione Puglia.

  • Selvicoltura in foreste di Quercus trojana.

  • Affidamento dei boschi pubblici a società o consorzi.

  • Interventi orientati all’incremento della biodiversità mediante il ripristino dei boschi planiziali e la rinaturalizzazione dei corsi d’acqua.

  • Contenimento ed eradicazione di specie alloctone invasive.

  • Aree sperimentali in formazioni monospecifiche di faggio.

  • Gestione faggete e rimboschimenti di conifera nell’ambito del progetto LIFE CARABUS.

  • Gestione forestale nella Riserva naturale Regionale orientata “Bosco Pianelle” e “Riserva statale murge orientali” 

  • Selvicoltura e pianificazione forestale in boschi di origine agamica.

  • Gestione selvicolturali in ostrieti, boschi planizali e castagneti.

  • Foresta vetusta Monte Cimino.

  • Gestione selvicolturale nella Fascia fluviale della Dora Baltea.

  • Pericoli naturali e foreste di protezione diretta.

  • Tecniche gesitonali nelle foreste di protezione diretta.

  • Interventi selvicolturali in boschi suibalpini di conifere con struttura per collettivi.

  • Flora, vegetazione e habitat NATURA 2000 della Sila.

  • Gestione selvicolturale nella regione Calabria.

  • Gestione di boschi misti di pino laricio e cerro.

  • Gestione dei boschi di pino laricio.

  • Gestione dei rimboschimenti di conifere.

  • Gestione avviamenti di cedui di faggio.

  • Gestione delle faggete in aree di proprietà pubblica e privata.

  • Gestione dei rimboschimenti di conifere.Gestione delle fustaie regionali a prevalenza di cerro.

  • Valorizzazione della funzione culturale delle foreste regionali della Grancia.

  • Confronto sugli aspetti gestionali nelle aree forestali Natura 2000 non ancora interessate da un piano di gestione.

  • Gestione selvicolturale in area Parco e in Siti Natura 2000.

  • Gestione dei querceti planiziali.

  • Gestione delle pinete di pino nero di origine artificiale con funzionalità protettiva.

  • Gestione delle faggete nell’appennino lucano.

  • Gestione selvicolturale in fustaie di cerro, boschi di abete bianco e siti della Rete Natura 2000 in Alto Molise.

  • Selvicoltura nei boschi a prevalente funzione di protezione.

Parco dei Cento Laghi

  • Progetto Life per la conservazione dei relitti appenninici di abete bianco.

  • Intervento di disetaneizzazione di faggete coetanee.

Please reload

Parco Nazionale Monti della Laga 2009 - faggeta con abete bianco